Risanato il ponte a Campodazzo
Risanato il ponte a Campodazzo lungo la strada statale del Brennero. Ora è nuovamente percorribile su due corsie.
Il ponte in cemento armato è lungo 185 metri e dotato di piloni che raggiungono l’altezza di 16 metri collocati nell’alveo del fiume Isarco.
L’opera era stata realizzata nel 1973 e prima dell’effettuazione dei lavori non garantiva il transito di tutte le categorie di mezzi. Per questo motivo si sono resi necessari dei lavori di risanamento straordinario grazie ai quali la struttura è oggi nuovamente in grado di sostenere in sicurezza il passaggio di 10 mila veicoli al giorno.
Concorso per ispettore tecnico della Protezione civile altoatesina
È stato bandito dalla Provincia di Bolzano un concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di un ispettore tecnico per l’Ufficio idrografico dell’Agenzia per la Protezione civile. Il posto è riservato al gruppo linguistico tedesco oppure ladino. Al concorso possono partecipare – indipendentemente dalla riserva linguistica stabilita – anche coloro che appartengano ad un altro gruppo linguistico.
Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate alla Provincia di Bolzano, Ufficio assunzioni personale, entro le ore 12 del 27 settembre 2019.
Progetto interregionale per aiutare i richiedenti asilo
Aiutare rifugiati e richiedenti asilo a trovare un lavoro, diventando cittadini europei tutti gli effetti. E’ l’obiettivo del progetto Interreg Italia-Austria EUMINT, guidato da Eurac Research di Bolzano, che coinvolge i territori di confine italiani dell’Alto Adige, Trentino, Friuli Venezia Giulia, Veneto e quelli austriaci di Tirolo e Carinzia. Obiettivo: affrontare insieme in modo innovativo le sfide sociali, economiche, politiche e culturali legate ai fenomeni migratori attraverso giochi interattivi, incontri con la popolazione e materiali multimediali.
Il progetto è entrato fra i 5 finalisti RegioStars2019 nella categoria "Lotta alle disuguaglianze e alla povertà". Il vincitore del Public Choice Award verrà selezionato tramite il voto online sul sito della Commissione Europea. Per votare c’è tempo ancora fino al 9 settembre.
Stop al gasolio low cost per i tir, Kompatscher appoggia Platter
Stop al gasolio low cost per i tir. Il presidente altoatesino Kompatscher appoggia la proposta del governatore del Tirolo Günther Patter di impedire ai tir di accedere ai distributori a basso costo lungo la valle dell'Inn
Secondo Kompatscher è importante che Alto Adige, Trentino e Tirolo europea continuino a lavorare fianco a fianco nell’ambito dell’Euregio per contrastare il traffico “deviato” sull’asse del Brennero e ridurne le ricadute negative per la popolazione e per l'economia locale. Secondo Kompatscher, quindi, tra le varie misure, “è importante ostacolare l’accesso al carburante a buon prezzo per i camion lungo il corridoio del Brennero, rendendo quindi concorrenziale il trasporto delle merci su rotaia".
Aggredisce controllori e agenti, in carcere
Dovrà rispondere di violenza e resistenza a pubblico ufficiale un uomo di origini nigeriane che ieri ha aggredito controllori dell'autobus e agenti della polizia locale di Trento. I fatti sono avvenuti alla fermata dell'autobus di via Brennero, nei pressi dell'imbocco di via Talvera. L'uomo viaggiava sull'autobus 17 senza biglietto. Fermato dai controllori, li ha aggrediti. E quando è intervenuta la polizia locale, l'uomo si è scagliato anche contro gli agenti. Per fermarlo è stato necessario l'uso dello spray in dotazione ai vigili urbani. Arrestato, l'uomo oggi verrà processato per direttissima.
Lavoro, persi in Trentino 1500 posti in 5 mesi
Lavoro. Nei primi cinque mesi del 2019 in Trentino sono andati persi 1500 posti di lavoro. Il dato, elaborato dall'Agenzia del lavoro, preoccupa i sindacati. Le cifre mettono in evidenza un saldo negativo tra assunzioni e cessazioni, con le prime che si riducono nei primi cinque mesi dell’anno di 2.500 unità, pari al 5% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Solo a maggio le assunzioni si sono ridotte del 16,4%.
“Serve una strategia anticongiunturale – dicono Cgl, Cisl e Uil - per ridare fiato all'economia locale e allo stesso tempo, guardando al medio periodo, bisogna rafforzare gli investimenti in innovazione e formazione per costruire basi di crescita solide e creare occupazione di qualità. Il prossimo bilancio provinciale – concludono i sindacati - dovrà contenere misure e risorse per sostenere la crescita economica e l’occupazione”.
Ora, incidente mortale in moto, la vittima è Thomas Ciaghi
E' Thomas Ciaghi, 34enne di Montagna, la vittima dell'incidente mortale avvenuto ieri nel tardo pomeriggio a Ora in via Nazionale. L'uomo era in sella al suo scooter diretto verso sud quando, forse per una distrazione, avrebbe perso il controllo del mezzo, finendo prima sull'isola spartitraffico e poi contro i guardrail. Un impatto violentissimo, che non gli ha lasciato scampo. Inutili i soccorsi.
Merano, dal 1 ottobre il taxi per i disabili
Dal 1 ottobre le persone disabili potranno utilizzare il taxi sette giorni alla settimana, 24 ore su 24, e ottenere dal Comune di Merano un rimborso pari a 5,50 euro per ogni corsa effettuata. L'iniziativa è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa svoltasi in municipio dall'assessore ai servizi sociali Stefan Frötscher.
Il Taxi notturno per le donne è stato attivato dal Comune di Merano nel 2000 come primo taxi rosa della regione. Nel 2010 è diventato poi operativo anche il taxi per persone anziane.
Ora il servizio è estesto anche alle persone con disabilità. Il servizio sarà attivo ufficialmente a partire dal prossimo 1 ottobre. Potranno usufruire dell'agevolazione le persone disabili per le quali è stata attestata da un ente pubblico un'invalidità pari o superiore al 74%, che sono residenti a Merano e che si spostano in taxi da sole o accompagnate.
Al termine della corsa il/la passeggero/a - esibendo la Taxicard rilasciata dall'Ufficio servizi sociali - riceve dal taxista un buono sul quale deve essere riportata la data e l'ora della corsa. Per ottenere il rimborso è sufficiente consegnare il buono, entro il 31 gennaio dell'anno successivo, all'Ufficio del cittadino.
Delegazione bolzanina a Sopron in Ungheria
C'era anche una delegazione del comune di Bolzano in questi giorni a Sopron in Ungheria per le celebrazioni del "Pic-nic paneuropeo". La città di Bolzano è gemellata, infatti, con quella ungherese. Il 19 agosto 1989, in occasione di una manifestazione pacifica tenutasi al confine austro-ungherese, oltre 600 tedeschi dell'est provenienti dall'allora DDR, raggiunsero l'Austria e l'occidente grazie ad una prima parziale e temporanea apertura del confine nella regione nord-occidentale del Paese e soprattutto grazie al mancato intervento della polizia di frontiera ungherese che mantenne un atteggiamento passivo, nonostante l'ordine superiore di sparare a vista su chiunque avesse tentato di oltrepassare il confine illegalmente.
Le persone in fuga verso occidente vennero rifocillate anche nei giorni successivi con acqua e viveri tra cui migliaia di panini; per questo ciò che accadde allora viene oggi ricordato come "Pic nic paneuropeo".
A Sopron in questi giorni si ricordano dunque gli eventi che precedettero il crollo del Muro di Berlino e la fine della Guerra fredda.
Alla cerimonia ufficiale è intervenuta anche una delegazione del Comune di Bolzano. Presenti anche rappresentanti dell'Azienda di Soggiorno di Bolzano e dell'Associazione degli Ungheresi in Alto Adige. Il rapporto di gemellaggio tra il capoluogo altoatesino e Sopron è nato nel 1990.
Bolzano, 19enne multato per eccessiva velocita
Multa di quasi 600 euro, sospensione della patente e 12 punti decurtati per un 19enne bolzanino fermato dalla polizia municipale di Bolzano in via Maso della Pieve per eccessiva velocità. Il giovane neo patentato viaggiava a 82 km orari in un centro abitato, ossia 42 km orari in più rispetto al limite, che è di 40 km all'ora.
Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.